Socialismo e libertà Lucio Lombardo Radice – Editori Riuniti

9,00

Socialismo e libertà Lucio Lombardo Radice – Editori Riuniti – Collana Nuova Biblioteca di Cultura – 1976 – Completo – 228 Pagine – Copertina Morbida – Buone Condizioni

1 disponibili

Prezzo Fisso

COD: SelLLRER Categorie: , Tag: , ,

Descrizione

Prefazione:

Socialismo e libertà Lucio Lombardo Radice – Editori Riuniti

Raccolgo in questo volume scritti pubblicati in Italia o all’estero negli ultimi anni, e più precisamente tra l’aprile del 1964 e il marzo del 1968. Riordinandoli e collegandoli, li ho completati e chiariti con non poche pagine nuove. Si tratta di una ricerca politica personale. Una ricerca politica di un militante comunista, che considera la libera espressione del suo pensiero non soltanto un diritto, ma anche un dovere.

Biografia:
Lucio Lombardo Radice (Catania, 10 luglio 1916 – Bruxelles, 21 novembre 1982) è stato un matematico, pedagogista, politico, dirigente comunista italiano.Figlio del pedagogista Giuseppe e della docente fiumana Gemma Harasim, dopo aver studiato al Liceo ginnasio statale Terenzio Mamiani di Roma, si laureò in matematica nel 1938 con una tesi sulle algebre legate ai gruppi di ordine finito. Tra i suoi docenti, si ricordano Gaetano Scorza, Guido Castelnuovo e Federigo Enriques, che gli trasmisero l’interesse per il rapporto tra scienza e filosofia. Negli anni trenta entrò in contatto con un gruppo di giovani antifascisti quali Aldo Natoli, Paolo Bufalini, Mirella De Carolis, Giaime e Luigi Pintor, Mischa Kamenetzky (Ugo Stille) e si iscrisse clandestinamente al PCI.Nel 1939 non poté prendere servizio come assistente alla cattedra di geometria analitica, perché fu arrestato e condannato a quattro anni di reclusione in quanto oppositore al regime fascista; liberato nel 1941, fu arrestato di nuovo e poi scarcerato dopo pochi mesi. Partecipò attivamente alla resistenza romana, curando sempre i contatti con oppositori e partigiani di area liberal-socialista e cattolica. Nell’ambito di tali iniziative conobbe lo storico cattolico liberale Arturo Carlo Jemolo e sua figlia Adele Maria, che sposerà nel 1946.Nel 1945, dopo la fine della guerra, fu finalmente ammesso come assistente alla Sapienza. Nel 1951 ottenne la libera docenza in analisi algebrica ed infinitesimale e nel 1956 ricoprì la carica di professore straordinario di geometria analitica con elementi di proiettiva all’Università di Palermo, dove restò fino al 1960 quando si trasferì nuovamente a Roma.Dal 1963 al 1966 fu vicedirettore della Scuola di perfezionamento in Matematica e Fisica, dopo avervi insegnato storia della matematica.A Roma, nel 1965, ebbe la cattedra di algebra; nel 1974 quella di matematiche complementari ed aveva tenuto, (tra il 1960 e il 1973) anche gli insegnamenti di teoria dei numeri, geometria superiore e algebra superiore (1968-73).Il suo impegno scientifico fu nel campo della teoria delle rappresentazioni dei gruppi finiti, in particolare quelle modulari, in quello delle geometrie finite e delle geometrie combinatorie, assieme a Beniamino Segre e a Guido Zappa.Sullo studio dei piani proiettivi non desarguesiani, con particolare riguardo al caso finito, ha pubblicato una trentina di lavori.

Socialismo e libertà Lucio Lombardo Radice – Editori Riuniti ultima modifica: 2014-12-04T16:31:16+01:00 da Emi Proprietario

Informazioni aggiuntive

Peso 0.285 kg
Dimensioni 14.50 × 21.50 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Socialismo e libertà Lucio Lombardo Radice – Editori Riuniti”